Post in evidenza

luna (Gëzim Hajdari)

Luna, è fuggita anche questa stagione senza un bacio nella notte bianca. Cielo, è passato anche quest’anno senza una ragione, con la...

martedì 18 dicembre 2012

ciliegio

Ho la fortuna di possedere un albero di ciliegio che è in realtà il mio modello per le cose che faccio con la macchina fotografica(*).


Spesso esco, lo fotografo e poi elaboro.

Questa è una delle mie favorite.
Mi ricorda un periodo nel quale avevo bisogno di far sciogliere i pensieri.
L'immagine è appunto dispersa, come se si stesse liquefacendo.

Il ciliegio è un albero stupendo perchè passa dall'essere completamente spoglio d'inverno (in questi giorni sta giusto perdendo le foglie uniformemente gialle dell'autunno) ad una ricchezza estiva senza precedenti.

La foto che è qui, è presa proprio nei primissimi giorni della primavera di qualche anno fa:  c'era una letterale esplosione di colori e profumi.
eucromia / esplosione della primavera


L'ombra del ciliegio d'estate è miracolosa.

Inoltre, sono tra quelli che benedice i numerosi uccelli che in meno di due settimane sono capaci di far sparire tutte le ciliegie. E' uno spettacolo bellissimo, ormai inconsueto, vederli tutti assieme ad annunciare l'arrivo del caldo e del sole.

Ritornerò su questo ciliegio, su questo blog, perchè la mia storia con questo albero ha altri capitoli.

La collina dei ciliegi / Lucio Battisti

=======================================

(*) Non so se si possano più chiamare foto. Si discute di questi temi in un blog famoso: Fotocrazia
 Fotocrazia / Michele Smargiassi.





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento