Post in evidenza

luna (Gëzim Hajdari)

Luna, è fuggita anche questa stagione senza un bacio nella notte bianca. Cielo, è passato anche quest’anno senza una ragione, con la...

martedì 1 marzo 2016

rispetto

Sono credente (ci provo) e credo che l'aborto sia da evitare.
Credo altresì che l'"utero in affitto" sia una pratica inappropriata per tutte le coppie, etero o omo che siano. Ma la mia battaglia è stata e sarà sempre culturale: mai e poi mai punterei il dito contro qualcuno per accusare. Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
So bene però che esistono persone, soprattutto donne, che devono poter scegliere ciò che che pensano sia il loro bene. Rispetto il loro diritto e vorrei pertanto che le cose fossero sempre regolamentate, per evitare che i soliti, possano fare e ottenere sempre ciò che vogliono.

Le legge e le regole sono sempre la base di una qualsiasi convivenza civile. 

Il resto che ho letto e sentito in questi giorni è solo un grandissimo rumore di fondo e una puzza insopportabile di retroguardia e falso moralismo. 
Problemi coì grandi non si liquidano stralciando una legge, e ben sapendo che in un mondo così piccolo ormai tutto è possibile.

La complessità del mondo e delle scelte etiche investe campi larghi e connessi che vanno discussi salvaguardando l'autonomia dei singoli, garantendo tutto ciò che è possibile.

Gli sgarbi, i salvini, gli alfani contronatura e gli accordi al ribasso mi hanno fatto rabbrividire.





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento