Post in evidenza

luna (Gëzim Hajdari)

Luna, è fuggita anche questa stagione senza un bacio nella notte bianca. Cielo, è passato anche quest’anno senza una ragione, con la...

mercoledì 27 febbraio 2013

una foresta atipica

Vivo in uno strano paese dove ci sono animali ancor più strani.
Tre in particolare hanno tenuto la scena ultima.

C'è un caimano che da anni tutti danno per spacciato: sembra sempre che stia per morire. Però è un animale astutissimo ed è sempre stato capace dalla melma e dal fango - dove si nasconde nei momenti bui - di ricordarsi della sua potentissima coda.
Con quella riesce sempre a tener lontano quelli che non hanno saputo mai approfittare della sua indubbia e crescente debolezza.

C'è poi un giaguaro che si sperava desse il morso finale al caimano.
I giaguari però normalmente non attaccano i caimani, sono animali che tra loro si rispettano. Sanno di essere diversi, troppo diversi.
Il giaguaro infatti non lascia più alcuna traccia dietro di sé perchè è invecchiato anche lui; forse si nasconde solo per morire in pace. Neanche lui avrebbe più ora la forza di dare il morso che altri animali gli chiedono.
Ma poi non ne ricorda neanche il motivo, a pensarci bene.

Infine c'è un grillo. Ha guardato per anni il caimano e il giaguaro farsi una guerra anomala. La guerra tra uno che non credeva in quello che faceva ed un altro preoccupato solo di sopravvivere e di non dare ulteriori segnali di debolezza.

Tutti facevano il tifo per l'uno o l'altro, ma nel frattempo la foresta era cambiata. Il grillo si era messo più in alto, sulle piante più comode. Guardava lo scontro e capiva che ormai quella guerra era inutile. Certo il caimano avrebbe azzannato qualche altra piccola vittima, così come il giaguaro avrebbe ancora avuto qualche manifestazione dell'antico splendore.
Gli elefanti continuavano a difendere i caimani,  così come gli oranghi avevano preteso e pretendevano rispetto e onore per il giaguaro.

Ma non era più il loro tempo.

La nuova foresta vuole nuovi punti di osservazione: solo animali piccoli, veloci e rapidi nella comprensione avranno la meglio.

Come un grillo.




1 commento:

  1. Vorrei sperare che questa atipica foresta non degenerasse in una intricata ed impenetrabile giungla.

    RispondiElimina

Lascia un commento